';

Il Milan non si ferma più

Infortunati Conti e Romagnoli

Milan, avanti tutta Milan, avanti tutta

Il Milan non si ferma più

Infortunati Conti e Romagnoli

di Mario Sada

Dopo aver battuto Parma Juventus Roma Lazio Bologna il diavolo liquida anche il Sassuolo, la squadra più in forma del campionato, insieme all’Atalanta. Il successo del Mapei Stadium è firmato Ibrahimovic, autore di una doppietta che proietta il Milan al quinto posto in classifica davanti alla Roma che oggi giocherà contro la Spal già retrocessa. Purtroppo per Pioli, altri infortuni, a farne le spese prima Conti poi Romagnoli.

Milan da scudetto, troppo tardi
Milan da scudetto, troppo tardi

Una gara ad alti ritmi a Reggio Emilia con i ragazzi di De Zerbi partiti a razzo con un incontenibile Berardi ma trafitti al quarto d’ora da Ibrahimovic con un colpo di testa su cros di Calhanoglu. Lo svedese sbaglia poi un’altra facilissima occasione da due passi da Consigli. Al quarantaduesimo un braccio colpito di Calhanoglu chiama in causa il var sancendo il calcio di rigore trasformato da Caputo che spiazza Donnarumma. Per il Sassuolo sono fatali i sei minuti di recupero perchè arriva il raddoppio di Ibra ancora su assist di Calhanoglu. Charachiri per il Sassuolo col secondo giallo di Bourabia per un inutile fallo su Rebic. Nella ripresa il Milan in pieno controllo della partita con un palo scheggiato da Bennacer e una triplice parata di Consigli su Bonaventura. Per la cronaca nell’intervallo notizia bomba per il Milan, viene confermato per un biennio Pioli sulla panchina rossonera, mentre salta l’arrivo dell’allenatore del Lipsia Rangnick, confermato alla guida della squadra della bundesliga sponsorizzata dalla Reed Bull.