';

Vince ancora l’Atalanta

Muriel l’uomo gol

L'Atalanta continua a sognare L'Atalanta continua a sognare

Vince ancora l’Atalanta

Muriel l’uomo gol

di Laura Tangari

Vince l’Atalanta col Bologna ma quanta fatica per chiudere i tre punti in cassaforte che proiettano la squadra di Gasperini ufficialmente in Champions League e sorpassano l’Inter al secondo posto. La macchina da gol dell’Atalanta si è inceppata, ma 95 marcature messe a segno da Zapata e compagni restano comunque la conferma della splendida condizione dei nerazzurri. Il Bologna, reduce dai cinque gol incassati dal Milan, per tutto il primo tempo ha messo alle strette l’Atalanta, colpendo la traversa con Barrow, spaventando i bergamaschi.

Muriel l'uomo gol
Muriel l’uomo gol

In campo tanto nervosismo, forse anche per la valanga di moscerini in campo con i giocatori evidentemente infastiditi dai punzecchiamenti. Sofferenza anche in panchina con battibecchi fra Gasperini e Mihajlovic, con il tecnico nerazzurro espulso e il serbo del Bologna ammonito. L’Atalanta nel primo tempo ha provato con Gomez e Pasalic, ma Skorupski. Nella ripresa la dea parte subito alla ricerca del gol ma il portiere del Bologna salva su Muriel. Il colombiano fa centro vincente al sessantesimo su sponda di Zapata, poi uscito per infortunio. Risposta rossoblù con Barrow ma Collini fà buona guardia. Il giovanissimo Colley al settantottesimo sfiora il 2-0, anche se gli ultimi sussulti sono di marca bolognese con le iniziative personali di Orsolini e Palacio. Atalanta dunque, solitaria al secondo posto con due punti di vantaggio sull’Inter impegnata questa sera a San Siro con la Fiorentina.