';

Coppa Italia: Juventus-SPAL 4-0

I bianconeri fanno poker, in gol Morata, Frabotta, Kulusevski e Chiesa

Alvaro Morata trasforma il calcio di rigore Alvaro Morata trasforma il calcio di rigore

Coppa Italia: Juventus-SPAL 4-0

I bianconeri fanno poker, in gol Morata, Frabotta, Kulusevski e Chiesa

di Severa Bisceglia

Gianluca Frabotta raddoppia
Gianluca Frabotta raddoppia

È partita la sfida Juve-Spal, la vincitrice sfiderà l’Inter in semifinale. Inizio di gara interessante con la SPAL che aggredisce senza timori, ma sarà la Juventus ad andare vicino al vantaggio con Frabotta che sulla respinta della difesa avversaria, approfitta e con un diagonale di sinistro manca di poco la porta. Replica della Spal, Brignola serve Floccari che calcia di prima intenzione ma vine anticipato da Demiral. Berisha manda in angolo un bel tiro di Morata dai venti metri. Ancora Floccari dalla distanza, tiro alto sulla traversa. L’undici di Marino non sembra per nulla intimorito da

Dejan Kulusevski mette dentro il 3-0
Dejan Kulusevski mette dentro il 3-0

CR7 e compagni. È Rabiot il primo ammonito della gara, contatto in area con Vicari, simula il fallo e il direttore di gara estrae il cartellino giallo invitando a riprendere il gioco, nel dubbio l’arbitro va a rivedere la scena del contatto al Var e cambia idea annullando il giallo: rigore per la Juventus. Morata trasforma e bianconeri in vantaggio per 1-0. La Spal reagisce con Floccari ma è Gianluca Frabotta a realizzare il raddoppio bianconero. Occasione per Floccari che ruba palla a Demiral e chiude con un destro basso dal limite sul primo palo, palla fuori di poco. Il primo tempo finisce sul 2-0. Riprende la gara al Ferraris, debutto in bianconero per Di Pardo che rileva Bernardeschi. Anche Marino opera due sostituzioni: fuori Vicari e Ranieri,

Federico Chiesa firma il poker
Federico Chiesa firma il poker

dentro Tomovic e Sala. Il primo giallo della serata è per Sernicola della Spal. La Juventus fa tris: Tomovic perde palla e Chiesa ne approfitta, serve Kulusevski a centro area e Berisha è battuto.  all’84’ Chiesa sbaglia il 4-0. Ammonizione anche per Rabiot per fallo su Seck. Nel mentre Pirlo sostituisce, oltre a Morta e Frabotta, sostituiti da Chiesa e Alex Sandro già in campo, Demiral e Fagioli per Da Graca e McKennie. Quattro minuti di recupero, giusto il tempo per fare poker: Chiesa scarta anche il portiere e mette dentro il 4-0 finale. Il 3 febbraio assisteremo ancora al derby d’Italia a San Siro, la prima semifinale sarà Inter-Juventus con ritorno a Torino il 10 febbraio. L’Atalanta ospiterà la vincente della sfida Napoli-Spezia in programma domani sera alle 21.00.

Juventus-Spal 4-0

16′ rig. Morata, 33′ Frabotta, 78′ Kulusevski, 94′ Chiesa

JUVENTUS (4-4-2): Buffon; Dragusin, Demiral (83′ Da Graca), De Ligt, Frabotta (67′ Alex Sandro); Bernardeschi (46′ Di Pardo), Fagioli (87′ McKennie), Rabiot, Ramsey; Kulusevski, Morata (67′ Chiesa). All. Pirlo

SPAL (3-4-2-1): Berisha; Okoli, Vicari (46′ Tomovic), Ranieri (46′ Sala); Dickmann, Esposito (66′ Valoti), Missiroli (86′ Viviani), Sernicola; Brignola, Seck; Floccari (66′ Moro). All. Marino

Ammoniti: Sernicola (S), Chiesa (J), Rabiot (J)