';

Juventus-Cagliari: tutto secondo copione

Cristiano Ronaldo in 4 minuti raggiunge Belotti nella classifica marcatori

Doppietta di CR7 Doppietta di CR7

Juventus-Cagliari: tutto secondo copione

Cristiano Ronaldo in 4 minuti raggiunge Belotti nella classifica marcatori

di Luigi Sada

All’Allianz Stadium è andata in scena Juventus-Cagliari, Di Francesco ha sfidato Pirlo con assenze importanti, indispensabili soprattutto in difesa: Godin, risultato positivo al coronavirus, e Nandez, il giocatore più in forma del momento, tenuto in isolamento fiduciario di ritorno dalle sfide con la nazionale al fianco dello stesso Godin. Klavan sostituisce il leader della difesa al fianco di Walukiewicz. Ounas e Sottil partono titolari sulla trequarti insieme a Joao Pedro. Dietro assente anche Lykogiannis fermato da problemi al polpaccio sinistro. Situazione relativamente più tranquilla per Pirlo che ritrova De Ligt da affiancare a Demiral in sostituzione della coppia Bonucci-Chiellini.

Cristiano Ronaldo, sempre lui
Cristiano Ronaldo, sempre lui

Sulla destra conferma per Cuadrado, sull’altra corsia Danilo in difesa e in mezzo Rabiot e Arthur. A Torino, manco a dirlo, la Juventus parte in scioltezza e convinta di portare a casa il risultato, non potrebbe essere diversamente, ma deve fare i conti con un Cagliari ben organizzato in difesa. Ci prova Morata all’8° minuto e ci riesce all’11’ Bernardeschi ma il gol è giustamente annullato per posizione irregolare. È solo questione di minuti, là davanti c’è il signor Ranaldo che al 38’ trova il gol del vantaggio puntando dritto al palo lontano. Che fenomeno! CR7 fa doppietta, dopo l’occasione mancata da Kulusevski, al 42’ il portoghese mette dentro la palla del raddoppio: su calcio d’angolo, cross dalla bandierina di Cuadrado, Demiral stacca a centro aerea e devia per Ronaldo che, lasciato solo dalla difesa avversaria, mira sul secondo palo. Si va al riposo sul 2-0 e i bianconeri, soprattutto CR7, non sembrano sazi.  Nella ripresa Di Francesco effettua subito un cambio, fuori Tripaldelli e dentro Sottil mentre la Juventus attacca con “cattiveria”, la stessa che serve per recuperare uno svantaggio, colleziona ammonizioni, dopo Rabiot sul taccuino vengono riportati anche i nomi di Danilo e Arthur. I padroni di casa non si accontentano del doppio vantaggio, puntano a chiudere la partita con una goleada. Al 56’ sarà Bernardeschi a fallire il 3-0. La Juve non molla, gioca in velocità sfruttando gli spazi, anche il Cagliari prova a riaprire la partita, prima con Rog e poi con Klavan che segna di testa ma il gol viene annullato per posizione irregolare di Marin, poco roba contro Ronaldo e compagni.

Juventus-Cagliari 2-0

38′, 42′ Cristiano Ronaldo

JUVENTUS (4-4-2): Buffon; Cuadrado, De Ligt, Demiral, Danilo; Bernardeschi, Arthur, Rabiot, Kulusevski; Morata, Cristiano Ronaldo. All. Pirlo

CAGLIARI (4-2-3-1): Cragno; Pisacane, Walukiewicz, Klavan (70′ Marin), Tripaldelli (46′ Sottil); Marin (70′ Caligara), Rog; Zappa, Joao Pedro, Ounas (81′ Oliva); Simeone (81′ Pavoletti). All. Di Francesco
Ammoniti: Rabiot (J), Tripaldelli (C), Danilo (J), Arthur (J), Sottil (C)