';

Juve-Napoli 2-1 La Juve rialza la testa

Juventus-Napoli 2-1 Juventus-Napoli 2-1

Juve-Napoli 2-1 La Juve rialza la testa

di Luigi Sada

CR7 segna e vince
CR7 segna e vince

La vecchia Signora riprende a galoppare e dopo lo 0-1 casalingo con il Benevento, mette a segno una importante vittoria, battendo il Napoli nel recupero della terza giornata con il Napoli.

È stata una partita divertente, condotta da un’attenta Juve che ha permesso ai partenopei soltanto azioni di contropiede. A firmare i due gol sono stati i suoi fuoriclasse Ronaldo e Dybala, quest’ultimo al rientro dopo oltre due mesi di assenza e impiegato negli ultimi venti minuti di gara. Il portoghese, in prima battuta si è divorato subito un gol con Meret fuori causa, avendo visto passare sotto il naso il perfetto traversone di Chiesa. Ma CR7 si è fatto più tardi perdonare, sbloccando la partita al 13′, grazie ancora ad un servizio fornito da Chiesa.

Il Napoli, però, non è stato a guardare, provando a superare la difesa bianconera prima con Fabian Riuz, poi con Insigne. Con il Buffon di questa sera per il Napoli era vita dura. Al 38′ la Juve, dopo alcuni forcing napoletani, va vicino al raddoppio con Cuadrado. In avvio di

Lorenzo Insigne accorcia le distanze
Lorenzo Insigne accorcia le distanze

ripresa, il portierone juventino comincia il suo show, salvando la Juventus dal pareggio, in almeno tre occasioni, le più pericolose con salvataggio su Di Lorenzo e Insigne. Nel momento più bello del Napoli, viene fuori dal cilindro la prodezza di Dybala, entrato in campo qualche secondo prima al posto di Morata. Il ragazzino con la girata a rete fulmina Meret per il raddoppio. A due minuti dal termine con la Juve soddisfatta per i tre punti rinchiusi in cassaforte, arriva, invece, il gol del Napoli a far tremare le gambe a Pirlo. Chiellini, in una mischia in area, sgambetta Osimhen, provocando il calcio di rigore. Insigne dal dischetto spiazza Buffon, ma a nulla vale l’assedio finale della squadra di Gattuso per strappare il pareggio.

Con questo successo, i bianconeri scavalcano l’Atalanta, portandosi al terzo posto, a dodici punti dall’Inter, vittoriosa a San Siro con il Sassuolo. Per l’undici di Pirlo appuntamento, domenica prossima all’Allianz Stadium contro il Genoa, mentre il Napoli proverà a riprendere quota a Marassi con la Sampdoria. Tutti felici in casa juventina, non tanto per la prestazione della squadra, quanto per il ritorno di Dybala, una carta in più per salire senza grossi problemi sul treno della Champions League e per l’eventuale sorpasso al Milan, avanti di un solo punto in classifica e chiamato alla difficile trasferta al Tardini con il Parma.