';

Europa League: Shakhtar-Roma 1-2

La Roma, grazie anche al 3-0 dell’andata, va ai quarti di finale con tranquillità

A Kiev, doppietta di Borja Mayoral A Kiev, doppietta di Borja Mayoral

Europa League: Shakhtar-Roma 1-2

La Roma, grazie anche al 3-0 dell’andata, va ai quarti di finale con tranquillità

di Mario Sada

Borja Mayoral sblocca il risultato
Borja Mayoral sblocca il risultato

Nella ghiacciaia di Kiev finisce 1-2 fra i padroni di casa dello Shakhtar e la Roma.Il biglietto per la qualificazione ai quarti di Europa League la Roma lo aveva già staccato all’Olimpico nella partita d’andata vinta per 3-0. Fonseca sapeva di poter andare abbastanza tranquillo perché gli ucraini targati Brasile avevano già fatto vedere i loro limiti mancando la qualificazione alla Champions nella partita di San Siro con l’Inter. Nel calcio, però, non c’è mai nulla di sicuro ma stavolta Fonseca ha avuto ragione mandando in campo una squadra senza vere punte. El Sharaawy e Dzeco sono stati tenuti prudentemente in panchina concedendo loro un po’ di riposo. E manco a farlo apposta ai primi minuti del secondo tempo la Roma ha messo un sigillo

Momentaneo pareggio dello Shakhtar
Momentaneo pareggio dello Shakhtar

sulla qualificazione con un gol di B. Mayoral, chiudendo in pratica la sfida. Cinque minuti dopo il gol, una bella iniziativa di Pedro mette spavento a Trubin. Lo Shakhtar era partito col piede sull’acceleratore tentando di sbloccare subito la partita ma il più pericoloso è stato Spinazzola con un paio di incursioni sulla fascia sinistra. Per vedere Paulo Lopez preoccupato bisogna attendere la mezz’ora quando Patrick per due volte fa venire i brividi a Fonseca. Al trentaseiesimo B. Mayoral sul filo del fuorigioco si fa anticipare da Trubin. Al quarantaduesimo un’errore di Ibanez crea le premesse per l’ 1-0 ucraino ma Morayes spreca la ghiotta occasione. Nella ripresa entra Mancini al posto di Ibanez e la Roma poco dopo trova il vantaggio. Lo Shakhtar, in meno di dieci minuti, trova il pareggio con un po’ di fortuna con una rete di Moraes sugli sviluppi di un calcio piazzato dalla trequarti, ma dopo poco è ancora Mayoral a portare in vantaggio i giallorossi. Da segnalare l’entrata in campo nell’ultimo quarto d’ora di El Sharaawy. Il tecnico Castro prova a mettere in campo forza fresca, fuori Junior Moraes, Manor Solomon e Dodo, in campo Dentinho, Heorhii Sudakov e Sergiy Bolbat. Ma non accade più nulla. La Roma vola ai quarti e speriamo nella stessa sorte del Milan questa sera contro il Manchester Utd a San Siro.

Ancora Mayoral per il raddoppio giallorosso
Ancora Mayoral per il raddoppio giallorosso

Shakhtar-Roma 1-2

48′ e 72′ Borja Mayoral (R), 59′ Junior Moraes (S)

Shakhtar Donetsk (4-1-4-1): Trubin; Dodo (82′ Bolbat), Vitao, Matviyenko, Kryvtsov; Maycon; Teté (60′ Marlos), Marcos Antonio, Alan Patrick (60′ Konoplyanka), Solomon (77′ Sudakov); Junior Moraes (77′ Dentinho). All. Castro

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Kumbulla, Cristante, Ibañez (46′ Mancini); Karsdorp (58′ Bruno Peres), Diawara (58′ Pellegrini), Villar, Spinazzola (58′ Calafiori); Pedro (75′ El Shaarawy), Carles Perez; Borja Mayoral. All. Fonseca

Ammoniti: Ibanez (R), Marcos Antonio (S), Alan Patrick (S), Karsdorp (R)