';

Riprende il campionato con le due squadre di Torino pronte allo sprint finale

Finita la sosta del campionato per gli impegni delle nazionali, si riprende con tanta voglia di fare e

Il 'Gallo' Belotti per un posto in Europa League

di Pier Carlo Fantini Forneris
Finita la sosta del campionato per gli impegni delle nazionali, si riprende con tanta voglia di fare e di ottenere quei punti fondamentali che servono al Torino per arrivare più in alto possibile e quindi il posticino da non disprezzare per l’Europa League. Questo traguardo sognato da una città che da sempre è di fede calcistica granata, è il regalo più bello che si possa fare, e si ha un introito economico di tutto rispetto. Il Mister del Torino Mazzarri, dopo la sconfitta dei suoi ragazzi con il Bologna non vuole altri passi falsi e dopo la non convocazione del Gallo Belotti in nazionale ci si aspetta da lui una prova di carattere che per altro non ha mai lasciato a casa. La trasferta di oggi a Firenze al Franchi ci dirà quale Torino può ambire al traguardo europeo. La Fiorentina forse è a un bivio. la vittoria è importante perché da morale e Pioli sa bene che la squadra a fronte del distacco dal settimo posto utile per entrare in europa dovrà porsi delle priorità e quindi la Coppa Italia con la semifinale contro i bergamaschi può dare i giusti stimoli. Il gioiellino Chiesa ha l’opportunità di fronte al proprio pubblico di confermare tutto ciò che di buono si è detto di lui e confermare sul campo con i fatti la forza e la determinazione di un giovane dal futuro luminoso. La Juventus ieri allo Stadium contro i toscani dell’Empoli, in 17esima posizione in classifica e con i loro 25 punti non sufficienti per ora al traguardo salvezza, ha fatto il suo dovere, a fatica, ma l’ha fatto.
Decide tutto la nuova stella bianconera Moise Kean che tutti ora vogliono, perché il ragazzo nato in Italia da genitori africani è il futuro roseo e la punta di diamante di una nazionale ricca di giovani di talento e ambiziosi voluta da Roberto Mancini. Il giovane Kean, classe 2000 non può che migliorarsi accanto a fuoriclasse acclamati come Cristiano Ronaldo e Dybala, e Massimiliano Allegri lo utilizzerà con sempre maggiore sicurezza visti anche i problemi fisici di CR7.