';

Benevento-Atalanta 1-4 – Gasperini annienta Pippo Inzaghi

Ilicic, Tolói, Zapata e Muriel portano la Dea momentaneamente in 4° posizione

Benevento-Atalanta 1-4 Benevento-Atalanta 1-4

Benevento-Atalanta 1-4 – Gasperini annienta Pippo Inzaghi

Ilicic, Tolói, Zapata e Muriel portano la Dea momentaneamente  in 4° posizione

di Luigi Sada

L'Atalanta annienta anche il Benevento
L’Atalanta annienta anche il Benevento

L’Atalanta non finisce di stupire. La squadra di Gasperini, sotto la pioggia battente, conferma il suo stato di grazia vincendo con un poker sul Benevento al Vigorito. Ancora una volta i nerazzurri vanno in gol con i loro campioni grazie alle prestazioni maiuscole di un gol ciascuno, firmati da Ilicic Zapata e Muriel, con l’aggiunta di un gol di Toloi. Il difensore, infatti, è risultato determinante, per ridare il vantaggio ai bergamaschi, dopo che erano stati raggiunti dal pareggio di Sau a inizio ripresa. L’Atalanta è alla quarta vittoria consecutiva, e provvisoriamente, si porta al quarto posto in classifica davanti alla Juventus, con una gara da recuperare con l’Udinese. Un’Atalanta che ha messo sotto senza tanti problemi il Benevento, che bene o male, ha risposto colpo su colpo a questa meravigliosa Atalanta, che gioca un calcio spettacolare con i suoi fuoriclasse . Dopo un paio di interventi di Montipò su Zapata e Ilicic, è proprio lo sloveno a sbloccare il risultato, con un assolo che lascia di ghiaccio la difesa sannita grazie a una serie di dribbling finalizzando in gol co9n Montipò fuori causa. Gasperini, però, dai suoi vuole la tranquillità ma al quinto della ripresa, sempre sotto una pioggia battente, il Benevento coglie il pareggio con Sau che si inserisce a sorpresa battendo Gollini da pochi passi. Ma nel primo tempo, oltre al gol, al quarantaduesimo Ilicic colpisce anche un palo. Nella ripresa i padroni di casa resistono alla serrata dei nerazzurri e Toloi al settantesimo è bravo a battere tutti sul tempo mandando in rete una respinta di Montipò nata da un diagonale insidioso calciato dal solito Ilicic. Passano due minuti e Zapata, taglia le gambe al Benevento, firmando il tris. L’Atalanta è spietata e a sei minuti dal novantesimo fà poker con Muriel con un tiro ad effetto che si insacca all’incrocio dei pali. Un gol all’Insigne del Napoli. Allo scadere altro miracolo di Montipò su tiro di Hateboer. Nell’Atalanta due esordi importanti quello dell’ex Gent Maehle e Miranchuk. Per la cronaca, ancora una volta, la staffetta Zapata Muriel ha confermato di funzionare a meraviglia con Gomez sempre in castigo in tribuna. Nelle file del Benevento, che tutto sommato non meritava un passivo così pesante, esordio di Pastina. Per l’Atalanta prossimo appuntamento alle ore 17 col Genoa, anteprima di Inter Juventus col Benevento che andrà a Crotone.