';

Inter-Bologna: gli Ospiti

Balanzone tenta il colpo

Ospiti: Mihajlovic vuole i tre punti Ospiti: Mihajlovic vuole i tre punti

Inter-Bologna: gli Ospiti

Balanzone tenta il colpo

di Giovanni Labanca

Di questi tempi tentare non nuoce. È quello che ha in mente il dottore Balanzone del Bologna calcio salendo a San Siro dalla supercalda Bologna. I tre punti sarebbero il massimo, ma i felsinei si accontenterebbero anche di dividere la posta in palio pur di non tornare a mani vuote. Non deve dimenticare che i nerazzurri hanno rifilato ben  6 gol al povero Brescia, povera squadra alla deriva ed in fondo alla classifica, ma il Bologna non è il Brescia, con tutto il rispetto per quest’ultimo.

Ospiti: Il Bologna a San Siro per il colpaccio
Ospiti: Il Bologna a San Siro per il colpaccio

Sappiamo che sarebbe un grande cosa, la speranza è che i nerazzurri si sentano sazi e con noi tirino i remi i barca” – fanno sapere dalla dirigenza. “Giocheremo, comunque la nostra bella partita e nel rispetto delle regole, daremo il massimo, quanto basta a non fare brutte figure. I nerazzurri, intanto, faranno bene a non snobbarci più di tanto, perché noi siamo sempre quelli che le hanno portato via uno scudetto nei tempi andati”. Monito e basta?.

Certo è che si gioca una partita particolarmente sentita da mister Mihajlovic: “San Siro è sempre una piazza difficile e dobbiamo tenere d’occhio la cara Inter, visto che si è ampiamente ripresa e con i gol rifilati al Brescia, ha fatto tutto sommato un buon allenamento per prepararsi al meglio contro di noi. Abbiamo motivi fondati che ci consentono di presentarci al cospetto dei nerazzurri a testa alta e battercela alla pari dal momento che i punti di svantaggio in classifica non sono poi tanti. L’Inter lotta per il suo posto in Champions e noi lo facciamo per l’Europa League. Sarebbe un bellissimo risultato, per me in modo particolare e poi per i ragazzi che vogliono bene al sottoscritto. Muoveremo bene le nostre pedine e terremo a bada i tiratori scelti nerazzurri. I tifosi di Milano non avranno la possibilità di essere allo stadio, ma vedranno per televisione un bello spettacolo, che ricorderà le vecchie sfide tra noi e la squadra che tutti sapete cosa sia. Ringrazio degli auguri che mi sono pervenuti dalla dirigenza nerazzurra, che mi hanno commosso e non poco. Quando si va  avanti nella vita come me, c’è sempre bisogno di incoraggiamento. Buona partita a tutti“.