';

Spezia-Juventus 2-3 I bianconeri tornano alla vittoria

A fatica ma i tre punti prendono direzione Torino

Spezia-Juventus 2-3 Spezia-Juventus 2-3

Spezia-Juventus 2-3 I bianconeri tornano alla vittoria

A fatica ma i tre punti prendono direzione Torino

di Severa Bisceglia

Moise Kean per il vantaggio bianconero
Moise Kean per il vantaggio bianconero

Impegno non certo arduo per la Juve, contro lo Spezia, se si libera dei fantasmi che aleggiano nella testa di tutti, dirigenza compresa. Contro gli spezzini, i bianconeri devono solo vincere questo scontro diretto per la salvezza, anche se parliamo solo di inizio campionato. La Juventus non poteva iniziare peggio di così, quattro gare e terzultima in classifica. Ma questa sera dovrebbe avere inizio il riscatto della Zebra. Massimiliano Allegri cambia nei punti nevralgici di questa squadra, almeno dove può. Detro dal primo minuto Chiesa con Bentancur, McKennie e Rabiot, sotto porta Dybala e Kean. Parte bene la Juventus, al 7’ già la prima occasione: Chiesa avanza e serve Kean che di prima ci prova ma la palla è in angolo. Sette minuti dopo è ancora la Juventus ad avere la palla gol sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Chiesa dalla bandierina, salta Bonucci, McKennie contrasta involontariamente il colpo di testa del compagno, sul rimpallo si fionda De Ligt che di prima intenzione manda la palla sopra la traversa. La Juve c’è, calma e concentrazione, il gol è nell’aria. Al 28° minuto di gioco i bianconeri passano finalmente in vantaggio: lancio di Bonucci, Rabiot di testa serve Kean che lascia partire un diagonale imparabile per Zoet. Si parte dall’1-0, ora la Juve può fare la sua gara con calma e concentrazione. Neppure il tempo di impostare il gioco e lo

Matthijs de Ligt firma i primi tre punti della stagione bianconera
Matthijs de Ligt firma i primi tre punti della stagione bianconera

Spezia trova il pareggio nel secondo tiro in porta al 33’ sugli sviluppi di un corner: Verde dalla bandierina scambia con Bourabia che impegna Szczesny che respinge, ma l’azione prosegue, Gyasi conclude con un destro a giro che batte l’incolpevole portiere bianconero. L’arbitro Aureliano manda tutti negli spogliatoi al 45’ senza recupero. Le squadre tornano in campo, Allegri manda in campoAlex Sandro e Locatelli al posto di De Sciglio e Bentancur. Al 49’ accade l’assurdo: contropiede micidiale dello Spezia, Antiste, palla al piede, si libera dell’intera difesa bianconera, compreso Bonucci, e realizza un gran gol. Lo Spezia si porta in vantaggio mentre la Juve lotta ancora con i propri fantasmi di questa stagione. Reagisce la Juve, conquista calci d’angolo utili a riportarsi in carreggiata. Al 58’ partita ancora ferma sul 2-1. Fuori anche Kean sostituito da Morata. In queste prime cinque sfide la Juventus ha già incassato nove gol con una difesa che fa acqua. I bianconeri provano a reagire, ma Zoet para tutto, anche il mancino di Dybala destinato nel sette. Arriva il pareggio bianconero con Federico Chiesa che si ritrova tra i piedi un pallone che deve solo spingere in rete. 2-2 e si riparte. Al 72’ Matthijs de Ligt fa la differenza e regala alla Juventus i primi tre punti stagionali. Punteggio finale 3-2 per i bianconeri.

Spezia-Juventus 2-3

SPEZIA (4-3-3): Zoet; Amian, Hristov, Nikolaou, Bastoni; Ferrer, Bourabia, Maggiore; Verde, Antiste, Gyasi. All. Thiago Motta

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, De Ligt, De Sciglio; Chiesa, Bentancur, McKennie, Rabiot; Dybala,