';

Il Milan ha già smaltito la delusione con la Juventus

Il Toro anche dal Meazza esce con le corna rotte

Il Milan riparte e vince con il Torino Il Milan riparte e vince con il Torino

Il Milan ha già smaltito la delusione con la Juventus

Il Toro anche dal Meazza esce con le corna rotte

di Severa Bisceglia

Leao e Kessié riportano il Diavolo alla vittoria
Leao e Kessié riportano il Diavolo alla vittoria

Il Milan riparte da San Siro, in questo anticipo della 17sima giornata contro il Torino, con Ibrahimovic e Calhanoglu in panchina, se la partita si mette male, si può rimediare in corsa. In attacco Leao e Brahim Diaz sulla trequarti, rientra anche Tonali dalla squalifica. Giampaolo risponde con Belotti e Verdi in attacco, in mezzo Gojak, preferito a Linetty. Parte bene il Milan, Castillejo già al secondo minuto prende le misure mandando la palla di poco al lato sul palo di sinistra. Sotto anche Tonali, sugli sviluppi di un corner, bloccato senza particolari problemi da Sirigu. Ancora avanti il Diavolo, cross di Kessié dalla sinistra, blocca tutto Ricardo Rodriguez. Ci riprova Tonali, conclusione fuori, seguito da Theo che prova la conclusione dai 25 metri, palla fuori. Il Milan c’è, ci prova anche Calabria, cross per Hauge anticipato da Izzo. Partita un po’ nervosa, Milan in avanti a dettare il gioco, Torino, con la terza maglia color celeste, un po’ intimorito. Primo giallo della serata, a finire sul taccuino dell’arbitro Maresca e mister Pioli, ammonito per proteste. È solo questione di tempo, al 25’ Leao porta in vantaggio il Diavolo: avanza centralmente Theo, riceve Brahim Diaz che di prima passa a Leao, nell’uno contro uno con Sirigu, passa il rossonero con un tiro leggermente deviato. Milan in vantaggio per 1-0 e continua a dettare i tempi. Scontro in area, Belotti atterra Brahim Diaz, per Maraschi si può proseguire, ma dopo aver consultato il Var viene assegnato il rigore a favore dei padroni di casa prontamente trasformato da Franck Kessié. Milan in vantaggio di due gol e Giampaolo sempre più sulle spine, questo Toro fa fatica ma al 43’ ha l’occasione per rientrare in partita: Romagnoli stende Verdi, punizione dai venti metri calciata da Ricardo Rodriguez che prende in pieno il palo con Donnarumma battuto. Tre i minuti di recupero, giusto il tempo di vedere il giallo a Tonali e la terza rete mancata dai rossoneri con Kessié, servito benissimo da Leao, che da solo davanti a Sirigu si fa parare. Le squadre tornano in campo, Giampaolo sostituisce Gojak con Linetty ma la musica non cambia, Milan in avanti, vuole chiudere la partita, ma è il Toro ad avere la prima occasione di rientrare in partita: contatto in area Tonali-Verdi, Maresca fischia il rigore per gli ospite e, come nella precedente consultazione del Var a favore dei rossoneri, cambia idea e nega il rigore agli ospiti. Si riparte con palla al Milan con Tonali ancora a terra per il calcio subito da Verdi, uscirà in barella e al suo posto dentro Dalot con Calabria a centrocampo. Dentro anche Calhanoglu per Brahim Diaz nelle fila rossonere. Iniziativa da Singo che si libera di Kessié sulla destra, ci pensa Romagnoli a chiudere in corner. Al 64’ Giampaolo, strano a dirsi, decide per la difesa a 4, come se dovesse difendere un vantaggio, mandando il campo Murru e Zaza che rilevano Rodriguez e Izzo, con Verdi a servire Belotti e Zaza. Trovo assurda la decisione del mister granata. Il Toro fa possesso palla e prova a riaprire la partita filtrando nella difesa rossonera con Belotti, bloccato da Calabria che devia in corner, e dagli sviluppi del calcio d’angolo ancora il Gallo, su cross dalla sinistra, di testa trova Donnarumma ben piazzato.

Ancora cambi per Giampaolo e Pioli, fuori Segre e Belotti, spazio a Rincon e Bonazzoli per gli ospiti, mentre per i rossoneri fuori Leao e Hauge e dentro Ibrahimovic, mancava dal terreno di gioco dal 22 novembre col Napoli, e Daniel Maldini. Al 90’ Donnarumma salva il risultato su tiro deviato di Segre dal limite. Sono sei i minuti di recupero ma il risultato non cambia. Il Milan conferma la sua prima posizione in classifica, momentaneamente a +4 sull’Inter, mentre il Torino è sempre più in crisi dal basso del suo penultimo posto in compagnia del Parma che domani sfiderà in casa la Lazio di Simone Inzaghi.

Milan-Torino 2-0

25′ Leao, 36′ rig. Kessié

Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Theo Hernandez; Tonali (54′ Dalot), Kessié; Castillejo, Brahim Diaz (60′ Calhanoglu), Hauge (85′ Maldini); Leao (85′ Ibrahimovic). All. Pioli

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo (64′ Zaza), Lyanco, Bremer; Singo, Lukic, Rincon (76′ Segre), Gojak (46′ Linetty), Rodriguez (64′ Murru); Verdi, Belotti (86′ Bonazzoli). All. Giampaolo

Ammoniti: Pioli (M), Rincon (T), Brahim Diaz (M), Romagnoli (M), Tonali (M), Dalot (M), Leao (M), Calabria (M), Segre (T)