';

INTER, NON PERDERE TONALI

Per il giovane gioiellino del Brescia ora c’è anche il Milan

Sandro Tonali, fioccano le offerte Sandro Tonali, fioccano le offerte

INTER, NON PERDERE TONALI

Per il giovane gioiellino del Brescia ora c’è anche il Milan

di Luigi  Rubino

Il Milan alza l'offerta
Il Milan alza l’offerta

L’Inter rischia di perdere Tonali. Il gioiellino del Brescia, già nazionale e che sarà certamente uno dei punti fermi dell’Italia di Mancini da qui ai prossimi anni, è ora  nel mirino del Milan. Per il centrocampista lombardo, nativo di Lodi, nelle ultime ore i rossoneri si sono quasi gettati a capofitto, offrendo al Brescia 10 milioni per il prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 20. Cellino non ha fretta  e vorrebbe che il prestito oneroso  con diritto di riscatto venisse trasformato da parte dei rossoneri in obbligo di riscatto. Il giocatore comunque non vede l’ora di conoscere al più presto la sua nuova destinazione. Marotta ha l’accordo con il centrocampista  da aprile. Poi la trattativa, dopo la conferma di Conte, si è arenata. La firma doveva essere apposta subito dopo la finale di Europa League, ma finora non è arrivata.

Il Brescia vorrebbe blindarlo, ma troppe big lo vogliono
Il Brescia vorrebbe blindarlo, ma troppe big lo vogliono

A Conte il calciatore sicuramente piace, ma il suo pallino rimane sempre Vidal, elemento, che secondo il tecnico darebbe qualità e  quantità ad un centrocampo come quello dei nerazzurri, in cui, in molte occasioni è mancata la necessaria esperienza per fare il salto decisivo.  L’Inter comunque, deve pensare non solo al presente, ma anche all’immediato futuro anche per avere un organico più italiano e di valore che duri nel tempo, soprattutto se si vuole sfruttare le richieste che provengono per Brozovic dal Real Madrid e PSG.  Una eventuale fumata  bianca sul mercato per il 20enne centrocampista bresciano  eleverebbe senza dubbio la qualità in mezzo al campo nel team nerazzurro, insieme all’altro nazionale Nicolò Barella. Per Marotta la via da seguire è adesso una sola. Prendere subito il calciatore, prima  di una beffa che nel calcio mercato è sempre possibile.