';

Sassuolo-Juventus 3-3

II Sassuolo spaventa la Juve

Alex Sandro evita la sconfitta bianconera Alex Sandro evita la sconfitta bianconera

Sassuolo-Juventus 3-3

II Sassuolo spaventa la Juve

di Laura Tangari

Pirotecnico pareggio al Mapei di Reggio Emilia tra il Sassuolo e la Juventus. Una partita divertente con mille capovolgimenti di scena, con la squadra bianconera partita alla grande nel primo quarto d’ora, dove Danilo sblocca il risultato portando in vantaggio la squadra di Sarri. Il raddoppio arriva dopo sette minuti, grazie ad un affondo di Higuain, lanciato a rete dal bosniaco Pjanic.

Sassuolo-Juventus 3-3
Sassuolo-Juventus 3-3

Il dominio della Juventus dura fino alla mezz’ora, quando Szczesny, dopo  aver parato da campione due tiri ravvicinati del Sassuolo, deve arrendersi al gol di Djuricic, che riapre la partita, in bilico fino alla chiusura del primo tempo. Nella ripresa, trascinati da Boga, gli emiliani pigiano sull’acceleratore, mettendo in crisi la difesa bianconera. Ancora una volta il portiere polacco della Juventus salva un paio di volte il vantaggio juventino. Al 51′, però , i campioni d’Italia capitolano per una punizione calciata perfettamente da Berardi che si infila all’incrocio dei pali. Tre minuti più tardi è Caputo. Il piccolo bomber del Sassuolo va in gol con una rete fotocopia di quella assegnata alla Lazio, qualche giorno fa all’Olimpico. La Juventus è sulle gambe e rischia il KO,

Il Sassuolo ce l'ha messa tutta
Il Sassuolo ce l’ha messa tutta

ma a metà ripresa riesce ad agguantare il pareggio con Alex Sandro, salvando i bianconeri con il pareggio nato da un colpo di testa ravvicinato. Nel finale, comunque, e ci vuole tutta la bravura di Szczesny, sulle incursione pericolose di Traorè e Bourabia.

Adesso, Ronaldo e compagni hanno solo sette punti di vantaggio sull’Atalanta che rimane al secondo posto, davanti alla Lazio, bloccata a Udine sullo 0-0.

Questa sera, l’Inter a Ferrara se batte la Spal si porta a sei lunghezze dai bianconeri, strappando la seconda piazza all’Atalanta.