';

Gara della vita per entrambe le formazioni

Milan-Torino Milan-Torino

Gara della vita per entrambe le formazioni

di Severa Bisceglia

Zlatan Ibrahimovic
           Zlatan Ibrahimovic

Questa ventiquattresima giornata a San Siro riserva una sfida dal sapore un po’ amaro. Milan-Torino era una partita di cartello che faceva registrare il tutto esaurito, ma saranno tanti i tifosi rossoneri pronti a sostenere la squadra. Il Milan sta crescendo su tutti i fronti e si è visto negli ultimi incontrai, anche in Coppa Italia contro la Juventus, nonostante il pareggio che sa di beffa. Il Diavolo non butterà al vento questa ghiotta occasione per tornare alla vittoria, la squadra è più compatta con l’arrivo di Ibra. Un sfida importantissima per entrambe le formazioni che in classifica sono separate da cinque punti, decimo il Milan mentre il Torino seghe a quota 13 dopo Napoli e Sassuolo. Stefano Pioli, privo dello squalificato Conti, punterà sul modulo 4-3-2-1 con G. Donnarumma tra i pali protetto dagli esterni Calabria e Hernandez, al centro Kjaer e Romagnoli. Centrocampo a tre con Kessie, Bennacer e Castillejo più avanzato, in attacco Calhanoglu e Rebic pronti a servire Ibrahimovic. Moreno Longo, orfano dello squalificato Izzo, risponde con un 3-4-3 con Sirgu in porta, difesa a tre con Lyanco, Nkoulou e Bremer. Centrocampo affidato a De Silvestri, Lukic, Rincon e Aina, in attacco Berenguer, il centrale Belotti e Verdi.