';

L’Inter non può lasciare altri punti per strada

Vincere per i 70 mila tifosi che non abbandonano

Scambio di battute tra l'ex e Romelu Lukaku

L’Inter non può lasciare altri punti per strada

Vincere per i 70 mila tifosi che non abbandonano

di Severa Bisceglia

   Scambio di battute tra l’ex e Romelu Lukaku

I tifosi nerazzurri sempre presenti e pronti al richiamo, sono attesi almeno 70 mila spettatori. Inter-Cagliari oggi alle 12.30, il ritorno a San Siro, questa volta da avversario, di Radja Nainggolan. Una 21° giornata per nulla scontata per i colori di casa. Le società sono ancora impegnate in questa ultima settimana di mercato invernale e per l’Inter, oltre al campionato, c’è da giocarsi ancora la Coppa Italia. La seconda giornata del girone, dopo l’anticipo vincente del Milan a Brescia, e con Eriksen sempre più vicino a Milano, apre i battenti oggi alle 12.30 al Meazza. L’Inter, manco a dirlo, deve solo vincere, ha già lasciato troppi punti per strada. Antonio Conte conta le assenze di Candreva per squalifica (spazio sulla destra, quindi, a D’Ambrosio, buone possibilità soprattutto per Biraghi sulla sinistra), Brozovic (distorsione alla caviglia destra rimediata nella sfida contro il Lecce), Roberto Gagliardini (contusione al piede) e Vicino che, al di là del dolore al piede fa parte del mucchio sul mercato. Ma il tecnico salentino può contare su Sensi e Barella per mettersi in gioco, quello vincente. In difesa de Vrij e Skriniar, il terzo a chiudere dovrebbe essere Bastoni preferito a Godin. Bisogna ancora attendere l’ingresso in campo di Moses e quindi dentro Cristiano Biraghi, grande attesa oggi per Ashley Young alla sua prima partita in nerazzurro, lo vedremo schieraro a destra. Davanti si punta sempre sulla coppia formata da Lautaro Martinez e Romelu Lukaku. Mentre il Cagliari arriva in piena emergenza, soprattutto in attacco e in difesa. In difesa out per squalifica Pisacane, sostituito dal giocane Walukiewicz, a destra recuperati Cacciatore e Mattiello, sulla fascia confermato Faragò, con Klavan e Pellegrini per le altre due maglie. In mediana, dopo il ko di Rog, il trio Nandez, Cigarini e Ionita. In attacco il solito tridente, formato dall’ex Nainggolan e Joao Pedro dietro Simeone. Possibile rientro da titolare di Cragno. Conte, invece, spera di recuperare Brozovic, che potrebbe partire dalla panchina, ai lati Borja Valero, con Sensi e Barella. Il momento non è brillane per nessuna delle due squadre, anche se per ragioni diverse. Da una parte l’Inter, reduce dai due pareggi consecutivi con Atalanta e Lecce, due mezzi passi falsi che hanno consentito alla Juventus di scappare solitaria in vetta alla classifica a quattro punti di vantaggio. Dall’altra il Cagliari che non vince dal 2 dicembre scorso (4-3 con la Sampdoria), poi i due pareggi con Sassuolo e Brescia e le quattro sconfitte consecutive con Lazio, Udinese, Juventus e Milan.