';

Napoli distrutto

La Fiorentina piazza due reti e manda all’inferno i partenopei

Allan ha perso il retino per le farfalle

Napoli distrutto

La Fiorentina piazza due reti e manda all’inferno i partenopei

la Redazione

Milik prega la fine delle ostilità

Chiesa e Vlahovic chiudo la pratica Napoli che sprofonda ulteriormente. Evidentemente la soluzione del Napoli non stava nell’esonero di Carlo Ancelotti. Gattuso ha deciso di cimentarsi in una situazione disastrosa, dallo spogliatoio alla dirigenza, e magari, il tempo, gli darà anche ragione, glielo auguriamo, m la vediamo dura. Chi non condivide le parole di Gattuso a fine gara “Abbiamo toccato il fondo, prestazione imbarazzante”. Il tecnico non si risparmia e non risparmia nessuno, il 2-0 subito in casa dalla Fiorentina è vergognoso, nulla da togliere ai meriti della squadra viola, ma il Napoli è stato veramente imbarazzante. Napoli-Fiorentina 0-2 e via con la prossima sconfitta se la squadra partenopea non decide di cambiare registro. Concordiamo, gli azzurri devono chiedere scusa ai propri tifosi, per la prestazione imbarazzante, per lasciare al solo tecnico l’onere di metterci la faccia e provare a spiegare cosa non va. Napoli sempre più in crisi, ormai all’inferno. La prossima sfida di Coppa Italia contra la Lazio, se i partenopei decidono di scendere in campo con lo stesso piglio, sarà non solo imbarazzante ma oltremodo umiliante. Contro la Fiorentina il Napoli è sceso in campo senza testa, senza gambe, senza anima né orgoglio. Inguardabili. Gattuso ha un grande lavoro che l’aspetta, capire cosa non gira più in questa squadra e provare a portare a casa almeno la faccia, lui ce la mette. Un Napoli, con tutte le scusanti del caso legate all’infermeria, non può scendere in campo a cercare lucciole, ha sbagliato e continua a sbagliare tutto, il tecnico e la società devono trovare una soluzione e anche in fretta. Dove è finito il gioco che metteva in difficoltà le avversarie, dalla prima all’ultima in classifica? Questo Napoli apparentemente non sa più giocare a calcio, in realtà ha perso ogni stimolo e questo rende il problema ancora più grave e impegnativa sarà la ricerca della soluzione da parte dell’allenatore e il suo staff.